Vuoi aprire un birrificio artigianale? Un’analisi critica.

Abigaile-Brewery-interiorDomande come: «Lorenzo, ho avuto una grande idea: voglio aprire un birrificio artigianale. Che ne dici?» oppure «Cosa ne pensi di aprire un brewpub? Ma non il solito eh, la birra la farei io» sono all’ordine del giorno negli ultimi mesi.

Davanti a domande di questo tipo rimango un po’ interdetto.

Perchè la risposta che sono tentato di dare varia da un classicissimo «Dipende» ad un sincerissimo «Ma che c***o ne so?»

Trovo che queste domande presuppongano che io abbia la risposta alla domanda: «Cosa succederà al mondo della birra artigianale nei prossimi anni?», quando in realtà, una sola cosa è certa: io non ho la più pallida idea di cosa accadrà al mondo della birra artigianale nei prossimi anni.

D’altro canto però non mi piace rispondere elusivamente. Perchè non mi piace fare l’economista, cioè spiegare cos’è successo quando… è già successo.

Continue reading

Ho tirato le somme del 2015. E proposto 6 Perle di saggezza per il Ristoratore che vuole fare il botto nel 2016

perleCaro Ristoratore e amico di RistoratoreTop, anche il 2015 volge al termine.

Com’è andata? Bene? Male? Noi ci auguriamo bene. Ma, se mi stai leggendo e sei ancora a capo del tuo Ristorante, dovresti essere felice, indipendentemente da come sia andata.

Perchè ad alcuni è andata decisamente peggio.

Pensa che, stando a dati ufficiali elaborati dall’ISTAT, quest’anno hanno chiuso i battenti 27.662 attività nel campo della ristorazione, a fronte di sole 17.372 nuove aperture.

Questo si traduce in un saldo in negativo tra nuove aperture e chiusure di 10.290 attività.

Se dovessi basare la mia interpretazione solo su questi dati, lo scenario parrebbe davvero terribile. E in realtà è così. Per quanto riguarda la Ristorazione italiana (che non è la cucina, ribadisco che sono due concetti completamente diversi) lo scenario è davvero tanto apocalittico quanto sembra.

Ma c’è un dato che mi rincuora, e che dovrebbe rincuorare anche te. Questo dato è rappresentato dai consumi alimentari degli italiani fuori casa. E ci ho costruito sopra la prima di sei perle di saggezza per fare il botto con il ristorante nel 2016.

Continue reading

Ristoratore: ecco come e quanto investire in Marketing per renderlo davvero profittevole.

Come e quanto investire in Marketing per Ristorante

Come e quanto investire in Marketing per Ristorante

Marketing per Ristoranti: la stragrande maggioranza degli operatori del settore lo vede come un costo.

Eppure «se il marketing costa, non è marketing» lo diceva Jay Abraham già qualche tempo fa. E io sposo la sua opinione in toto. La realtà è che il marketing per ristoranti è un investimento, non un costo. Il marketing, se fatto bene, è la spesa con il ritorno sull’investimento maggiore per qualsiasi attività ristorativa. Una sorta di stampante stampa-soldi. “Una sorta” :D

Questo perchè il marketing NON è ciò che hai sempre pensato sia. Il marketing per ristoranti non è creatività o pubblicità d’immagine. Il marketing non è una campagna di volantinaggio, non è un cartellone ai lati di una strada trafficata, non è acquistare una pagina sul quotidiano locale, non è fare pubblicità radiofonica e non è nemmeno sponsorizzare una foto su Facebook.

Il marketing è quel qualcosa il cui fine è acquisire nuova clientela, farla tornare sempre più spesso e farla spendere di più. 

La realtà, però, è un quadro dipinto con altri colori. Infatti, immagino che anche tu non sia per niente felice di investire in marketing quando ne hai l’occasione. Hai quasi paura di farlo. Perchè ti sembrano soldi buttati.

Pensa alle ultime campagne pubblicitarie che hai realizzato. Quanti clienti ti hanno portato?

Continue reading

Cambia la tua pubblicità per cambiare il tuo Ristorante. Due strategie diverse a confronto.

lo-scontro-a17991874La Via Emilia è una strada che taglia trasversalmente tutta l’Emilia Romagna, collegando Rimini a Piacenza. Ha una particolarità che la rende odiosa ed odiata da chiunque la percorra durante la giornata: il traffico.

Durante le ore di punta infatti, decine di migliaia di veicoli percorrono, in entrambe le direzioni di marcia, la strada voluta dal console Marco Emilio Lepido. Sui lati di questa Via, attività commerciali, industriali e ristorative si sprecano. Negli anni sono nate come funghi, attirate dal “grande flusso automobilistico” lungo di essa.

Io, che sono parte integrante di quel “grande flusso automobolistico” almeno due volte a settimana, invece che dedicarmi ad inveire contro il prossimo, sono solito osservare come si comportano i ristoranti che sorgono lungo la Via Emilia.

In particolare, due di essi mi hanno colpito molto, per l’approccio completamente opposto che hanno nei riguardi del marketing. Li ho voluti prendere come esempio per scrivere questo articolo.

Continue reading

Perchè Starbucks apre in Italia solo adesso? E cosa succederà ai Bar?

starbucks-caffèLo so, lo so. Se ne parla da vent’anni e ogni volta viene smentito. Ma questa volta dovrebbe essere vero per davvero.

Diverse testate giornalistiche hanno lasciato trapelare la notizia che non sembrerebbe una bufala: Starbucks apre in Italia. Ne hanno parlato in maniera superficiale un po’ tutti: Il Corriere, Il Post, e di seguito tanti altri.

Ora, a noi non interessano i pettegolezzi sul perchè abbiano deciso di aprire oggi e non ieri, nè tantomeno interessa l’apertura a livello “fan” per sapere indirizzi e menù.

Quindi, se stai leggendo questo articolo perchè non hai un opinione a riguardo e vuoi rubarla a qualcuno, cerca su google e scoprirai che nessuno si è risparmiato dal dare la propria. Ruba quella.

A noi interessa l’aspetto “commerciale”.

Ci interessa sapere se cambierà — e come — il modo di fare business dei vari concorrenti di Starbucks. Ci interessa sapere se lo sbarco di Starbucks in Italia cambierà le abitudini degli italiani. E ci interessa sapere anche se questa avventura tutta italiana del colosso internazionale avrà un esito positivo oppure no. In questo articolo rispondiamo a (quasi) tutte le domande sul caso Starbucks-Italia.

Per fare questo, iniziamo dal comincio.

Continue reading