Perchè è impossibile diventare ricco con un Ristorante?

Perchè è impossibile diventare ricco con un Ristorante?

Prima di sciogliere questo interrogativo (anche il pensatore qui sopra sembra interessato!) – volutamente provocatorio – che fa da titolo a questo articolo, mi piacerebbe fornirti la mia personalissima definizione di RICCO. Così almeno parliamo la stessa lingua ed evitiamo inutili incomprensioni.

Per me un tizio ricco non è un tizio pieno di soldi. A tal proposito, mi viene in mente una citazione piuttosto famosa, che ti riporto qui sotto nel caso non la conocessi:

“Non sei ricco fino a quando non possiedi qualcosa che i soldi non possono comprare.”

Vezzi poetici a parte, per un me un tizio ricco è semplicemente un tizio LIBERO.Libero di fare quello che meglio crede della sua giornata, senza limiti che non siano autoimposti.

Secondo il mio modestissimo parere un tizio che vive la propria vita su uno Yacht da 400 metri tra vizi e ozi è tanto ricco quanto il Ristoratore che può decidere se presentarsi sul posto di lavoro o meno senza che il suo stile di vita venga intaccato.

Ma questo è solamente il mio punto di vista. Per fornirti un parere più “autorevole”, ti riporto il pensiero di MJ de Marco, autore e imprenditore americano (se visiti il suo sito internet e trovi Lambrghini e spiagge caraibiche… non ti spaventare, è semplicemente americano!)

Il buon MJ de Marco dice che la ricchezza è un mix tra due Risorse fondamentali: il denaro e il tempo libero.

Ricchezza = Denaro + Tempo Libero

Dove la voce “Tempo Libero” è estremamente più importante rispetto alla voce “Denaro”. Dopotutto, è veramente ricca una persona piena di soldi senza tempo a disposizione per spenderli? Io credo di no, e anche MJ de Marco la pensa come me.

Ma ti ho introdotto MJ de Marco per un motivo molto semplice, e cioè che è stato proprio lui a fornire una risposta (che reputo splendida) alla domanda che apre questo articolo: “Perchè è impossibile diventare ricco con un Ristorante?”

Il signor de Marco risponde molto bene a questa domanda nel suo articolo intitolato “L’articolo più corto al mondo su come fare tanti soldi”.

Sai cos’ha scritto nell’articolo più corto al mondo su come fare tanti soldi quella vecchia volpe? Semplicemente… due parole:

“Impact Millions”

Ovvero:

Per diventare ricco con un Ristorante, devi impattare sulla vita di milioni di persone.

E la formula per la ricchezza secondo il mio modestissimo parere è tutta lì. Cioè tutto quello che devi fare per fare i soldi (quelli veri) è impattare sulla vita di milioni di persone. E chiunque sia veramente ricco, nessuno escluso, segue questa regola.

Puoi farlo “in scala” (cioè impattare sulla vita di tantissime persone) oppure “in magnitudo” (magari non proprio milioni di persone, ma centinaia di migliaia, però vendendo un prodotto /servizio a margine elevato). Entrambe le soluzioni sono approfondite durante il nostro corso Food Marketing Mastery, il corso di riferimento per il marketing della ristorazione in Italia.

Perché quando ciò che fai, ciò che produci o ciò che vendi impatta in maniera positiva la vita di milioni di persone, i soldi sono la naturale conseguenza. Quando ciò che fai, ciò che produci o ciò che vendi aiuta, semplifica o semplicemente migliora la vita di milioni di persone… tu diventi ricco. Non ci sono alternative. Anche se non li vuoi, i soldi ti inseguono, ti perseguitano, ti entrano nelle tasche per osmosi.

Inizia a capire dove sta il problema quando si parla di UN SOLO Ristorante?

Beh… che per quanto tu possa lavorare bene qualitativamente parlando, professionalmente parlando, passarola-mente parlando, non riuscirai MAI ad impattare positivamente sulla vita di milioni di persone.

Non perchè non sei abbastanza bravo, ma per un motivo molto semplice: il bacino d’utenza di un solo Ristorante è limitato a poche decine di migliaia di persone.

Spesso per limiti geografici (chi è che è disposto a farsi – salvo rarissimi casi – più di 50 km per una cena o un pranzo?). Tu lavori localmente, salvo rare eccezioni, e così fanno la stragrande maggioranza di Ristoratori nel mondo.

Dopotutto, quante potranno essere le persone che compongono il bacino d’utenza del tuo locale? 20.000? 50.000? 100.000 nella migliore delle ipotesi?

Forse, ma non saranno mai milioni.

Per convincerti di questo: fai un calcolo piuttosto semplice. Immagina che le sale del tuo locale siano sempre piene. Quanto guadagneresti se il tuo locale fosse sempre pienissimo? Probabilmente una discreta somma.

Ma il tuo tempo libero? Ricordi l’equazione Ricchezza = Denaro + Tempo Libero? Non ti servono solamente tanti soldi per essere ricco. Ti serve soprattutto tanto tempo libero.

E allora ti domando:  saresti veramente ricco con il Ristorante sempre pieno? Io penso che saresti con i nervi a fiori di pelle tutti i giorni tutto giorno, a rischio esaurimento.

Ma anche se riuscissi a scavalcare il problema “tempo libero”, le persone che compongono il bacino di utenza di un solo Ristorante non saranno MAI un numero sufficiente da permetterti di farti fare i soldi veri.

Non sto parlando di sbarcare il lunario, quello sono certo lo sai fare molto bene, sto parlando di cambiare stile di vita, di stravolgere la tua professione totalmente, sto parlando di non avere tempo sufficiente per contare tutti i soldi che stai guadagnando.

Insomma, per fare tanti soldi con il tuo ristorante devi aumentare il tuo bacino d’utenza. Non ci sono altre soluzioni.

Devi fare in modo che la tua cucina, il tuo modo di vivere la ristorazione, la tua “arte” (se la vuoi chiamare così) venga in contatto con la vita di milioni di individui e la migliori in maniera considerevole.

E cum’ fascimm uà? Tranquillo, c’è la soluzione…

…Per diventare Ricco con la Ristorazione devi avere più di UN Ristorante!

E’ davvero tanto semplice quanto sembra, per diventare ricco con un Ristorante… devi avere più di un Ristorante! Infatti averne più di uno:

  • Ti da la possibilità di aumentare il tuo bacino d’utenza (con la conseguenza che puoi arrivare ad impattare milioni di persone, e quindi a guadagnare tanto) e di risparmiare su alcune spese fisse che comunque avresti (e quindi a farti guadagnare ancora di più);
  • Ti costringe a imparare a delegare (e quindi impari a liberare il tuo tempo per destinarlo ad attività più divertenti che lavorare);

Lo so che sei abituato a sentirti ripetere da chiunque che è fondamentale che tu debba lavorare dentro al tuo Ristorante e continuare così fino alla pensione. Ma non è vero. Se vuoi approfondire, scopri perchè è sbagliato lavorare nel tuo Ristorante in questi 10 casi studio gratuiti.

Facile, eh?

…oppure no?

“Sì, ok Lorenzo… Ma pensi davvero che non ci abbia mai pensato? Ma avere più di un Ristorante non è mica facile… Non ho il tempo per gestirne uno al meglio, figurati due, tre o di più!”

Sono d’accordo, è verissimo: non è per niente facile.

E io non saprei nemmeno prenderti la manina e insegnarti passo-dopo-passo come fare, altrimenti avrei un Franchising mio già bello che avviato, ti assicuro (ma non ti nascondo che è nella lista di cose da fare… molto presto).

Ma liberare il proprio tempo per poterlo dedicare all’apertura del Ristorante successivo è il primo passo da percorrere verso la ricchezza (quella vera! Cioè il mix tra denaro e tempo libero).

E nel mio piccolo mi sento di darti un consiglio che ha già funzionato con me, visto che lo sto già utilizzando con un discreto successo per tutte le mie attività.

Da dove si inizia per avere più di un Ristorante?

Si inizia liberando parte del proprio tempo, ingegnerizzando tutte le attività ingegnerizzabili nel tuo Ristorante e delegando quelle non ingegnerizzabili ad altre persone.

E la chiave per fare entrambe le cose… sono i Sistemi. O meglio, sono quei sistemi, quei processi e quelle procedure che sostituiscono tutto (o parte) del tuo lavoro.

Mi spiego meglio con un esempio prima che ti si incroci la vista e la bavina ti inizi a scendere dal lato della bocca.

Nel settore della Formazione per ristoratori la cosa più difficile da fare — te lo potranno confermare tutti i miei concorrenti senza un euro in tasca —  è trovare i clienti 🙂

Non solo trovarli, ma anche convincerli che hanno bisogno del nostro aiuto, che possiamo realmente fare al caso loro e che non siamo gli ennesimi scappati di casa che cercano di rubargli degli euro dal portafogli senza dare nulla in cambio.

Ma noi di RistoratoreTop non abbiamo questo tipo di problema.

Non lo abbiamo perchè abbiamo costruito un Sistema di Acquisizione Clienti che trova clienti al posto nostro, visto che fare del porta-a-porta o delle telefonate a freddo non è proprio nelle nostre corde.

Mentre sto scrivendo queste righe, giusto per andare sul pratico, un mio annuncio pubblicitario sta comparendo sugli schermi di circa 50.000 ristoratori italiani, dai 25 anni ai 50, interessati a guadagnare di più con il loro ristorante.

Ed è il Sistema di acquisizione clienti che fa questo per me, in maniera totalmente automatica, mentre io mi dedico a scrivere questo articolo.

Ma non solo: il Sistema convince il potenziale cliente che io sia l’alternativa più valida per il suo caso specifico, gli risolve la maggior parte dei dubbi e delle obiezioni e se gli interessa ciò che faccio, lo incentiva a mandarmi una mail dove richiede espressamente la mia consulenza.

Questo senza che io muova un dito, fa tutto da solo.

Io ho fatto il lavoro iniziale per crearlo, e ora mi godo i risultati.

E questi risultati sono:

  • La parte più difficile del mio lavoro è automatizzata, infatti il cliente mi contatta per saperne di più senza che sia io a cercarlo attivamente;
  • Io libero il mio tempo e posso dedicarlo a fare ciò che più mi piace o a lavorare su altre cose.

Inizia a farsi interessante o no? Io dico proprio di sì.

E’ interessante perchè costruire dei Sistemi che sostituiscano il tuo lavoro è il miglior modo per liberare il tuo tempo, che potrai dedicarlo all’apertura di un nuovo Ristorante (o a fare quello che ti pare).

Le “2P” che ti permetteranno di liberare il tuo tempo

Pensaci: per fare del tuo Ristorante un Franchising (perchè è di questo che stiamo parlando) occorre che il tuo Ristorante sia REPLICABILE ovunque.

E, cosa non da poco, non deve avere bisogno di TE che ci lavori dentro fisicamente.

E per fare questo occorrono le 2P: i Processi e le Persone.

Quindi è sufficiente che:

  • Tutto ciò che è ingegnerizzabile (cioè che sia delegabile ad un Sistema, ad una macchina, ad un computer, ad un processo ecc.) venga ingegnerizzato e quindi delegato ad un Processo;
  • Tutto ciò che non è ingegnerizzabile (cioè che non sia delegabile ad un Sistema, ad un processo ecc.) venga delegato a delle Persone (consulenti esterni oppure tuoi collaboratori);

Questo perchè tu NON sei replicabile mentre i PROCESSI delegabili ad altre persone (o cose) invece sì.

Ma lo so a che stai pensando: che se deleghi troppo, la qualità ne risente.

Ed è un dubbio stralecito. Ma non è così. Tu delega e vedrai che – se hai lavorato bene – la qualità ne risentirà in maniera impercettibile. Le cose non saranno mai fatte “come le faresti tu”, e di questo devi fartene una ragione.

Ma saranno fatte in una maniera tale da mantenere degli standard elevati e da soddisfare i tuoi clienti, garantito.

Se 10 è il voto che daresti ad un compito fatto da te, 9.5 sarà il voto che darai ad un lavoro fatto da altri seguendo una procedura scritta da te.

Per concludere, ti faccio un paio di esempi degli svariati Processi che DEVI avere se vuoi una catena di Ristoranti in Franchising, o semplicemente se vuoi aprire più unità del tuo Ristorante:

  • Un Sistema di Acquisizione Clienti. Esattamente come i miei clienti mi trovano, si interessano a ciò che faccio e infine mi pagano per le mie consulenze in maniera totalmente automatica, questo si può fare anche con il tuo Ristorante, in maniera completamente scientifica e misurabile. Se vuoi approfondire il discorso, ti aspettiamo a Food Marketing Mastery, il corso dove ti spieghiamo, passo-dopo-passo, come creare il TUO Sistema di Acquisizione Clienti.
  • Ingegnerizzare il tuo Menù, con le tecniche di Menu Engineering sviluppate per la prima volta in Italia.
  • La scrittura e la stesura di Manuali Operativi. Questo punto è fondamentale: se hai tutte le tue ricette, le procedure, i sistemi per accogliere i clienti, per gestire la sala ecc. SCRITTI, cioè non lasciati al caso, il tuo lavoro diventa totalmente facilitato e, soprattutto, puoi facilmente delegare a qualcunaltro la formazione senza impiegare il tuo tempo per insegnargli tutto. Una delle chiavi di successo di un Franchising è proprio il Manuale Operativo. E lo puoi fare per qualsiasi aspetto del tuo Ristorante: cucina, sala, marketing, vendita ecc.
  • E ce ne sarebbero un altro migliaio. Se vuoi discuterne insieme per vedere cosa possiamo fare (o a chi possiamo delegare :D) puoi contattarci per una chiacchierata.

Buon lavoro, e alziamo i calici.

(c) Lorenzo Ferrari
CEO & Responsabile Marketing
RistoratoreTop

 

17 risposte

  1. Sono un ristorante a Roma, attualmente ho 4 ristoranti , sono particolarmente interessato a tutto ciò che avete scritto, desideri un approfondimento !

    1. Ciao Jie, complimenti per i tuoi 4 ristoranti.

      Sei iscritto alla nostra newsletter gratuita?
      E’ il modo migliore per rimanere in contatto con noi e capire per bene come funziona il nostro sistema.

      Puoi iscriverti da qui (ricevi anche un ebook gratuito): https://www.ristoratoretop.com/come-attirare-clienti-in-un-ristorante-nel-2015

      In alternativa trovi il modo per contattarci su questa pagina: https://www.ristoratoretop.com/contatti/

      A presto e un saluto.

    2. Buona sera…sarei interessata a conoscere come è possibile gestire tante attività insieme è possibile? La ringrazio sin d’ora per la risposta che vorrà darmi.

  2. Vista la qualità e il tempo impiegato per scrivere, anche senza soldi, sei già metà rico. Cioè, hai tempo. Bravo

  3. Ciao, Lorenzo. Trovo il tuo articolo davvero illuminante, poiché sono un ristoratore (pizzaiolo) tipico italiano: pizzaiolo di formazione, con l’idea di dover lavorare nella mia pizzeria fino al mio ultimo respiro. Adoro questo lavoro, e starei in cucina sempre, ma vorrei stare anche in sala a curare i miei clienti (che mi vengono a cercare in cucina) e andare in “giro” a cercarne di nuovi. Ti confesso che sono un po’ restio ad automatizzare tutto e a delegare, perché mi piace da morire quando un cliente mi fa i complimenti per la mia pizza, ma se questa dovrà essere la strada da prendere, lo farò. Grazie per il tuo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo-fdr2024

Torna il Forum annuale dedicato alla Ristorazione!

Martedì 12 e Mercoledì 13 Marzo 2024, @PadovaCongress

Scopri di più!

COMPILA I CAMPI QUI SOTTO