Se hai un ristorante, una pizzeria, un bar o in generale un locale nel campo della ristorazione, hai bisogno di tre cose: nuovi clienti, che tornano più spesso, che spendono sempre più dentro le tue sale. Ma il primo passo è sempre lui: acquisire nuovi clienti. E questi nuovi clienti devono essere TANTI. Oggi voglio parlarti di un modo che ti permetterà non solo di acquisirne tanti, ma che funziona anche automaticamente. Troppo bello per essere vero? Probabile, ma seguimi e capirai tutto. 

Ciao, bentrovata e bentrovato in Radio Ristorazione, il podcast di RISTORATORETOP dedicato al mondo della ristorazione. Qui al microfono c’è il tuo, il vostro, il nostro Lorenzo Ferrari che come al solito sarei poi io.

Oggi voglio parlarti di un modo, tanto semplice da dire quanto estremamente  difficile da realizzare, che ti permetterà di acquisire TANTI clienti in modo automatico. 

Senza fregnacce eh, voglio mettere le mani avanti: il sistema è complicato da mettere in piedi, ti serviranno dei professionisti che ti aiutano nel processo, ti servirà avere delle cose prima e dopo quel processo, ma poi funziona realmente in automatico. Occorrerà solo che tu ti metta di buona lena ad ottimizzarlo, sistemarlo e portarlo a regime.

Il modo è questo:

Creare delle Campagne di Acquisizione Clienti e non spegnerle. Mai.

Tutto qua.

Ma lascia che ti spieghi con qualche esempio concreto.

In qualunque settore la cosa più difficile e COSTOSA da fare è trovare nuovi clienti. Anche in quello della Ristorazione. E soprattutto in un momento come questo, dove TUTTI i concorrenti fanno campagne di acquisizione clienti e stanno diventando anche parecchio bravi nel farle.

I clienti che applicano il Sistema RISTORATORETOP, anche se può sembrare paradossale, non hanno questo tipo di problema.

Anzi, hanno più clienti di quanti ne possano servire. Certo, il Covid-19 ha creato problematiche GRAVI anche a loro, non lo nasconderemo. Ma in situazioni “normali” non hanno di certo il problema di acquisire nuovi clienti, anzi, hanno semmai il problema di doverne gestire troppi!

Non lo hanno perchè hanno costruito, anche grazie al nostro aiuto, delle Campagne di Acquisizione Clienti che “trovano” clienti al posto loro, continuamente.

Mentre sto scrivendo queste righe, giusto per andare sul pratico, i nostri clienti hanno annunci pubblicitari che compaiono sulle bacheche Facebook, sui profili Instagram e sulla rete di ricerca di Google di decine di migliaia di potenziali clienti in target.

I più lungimiranti hanno sistemi di raccolta e gestione delle prenotazioni e degli ordini delivery e take-away che fanno il lavoro sporco al posto loro, così che non si debba passare al telefono tutta la vita, a gestire prenotazioni e ordini. 

Hanno poi automatismi tramite SMS e Whatsapp che si occupano di informare i clienti dell’avvenuto ordine, dell’avvenuta spedizione o semplicemente per informarli che il loro pasto è pronto da ritirare. 

Hanno poi email automatiche per inviare sondaggi e per incentivare qualità, quantità e frequenza delle recensioni su Tripadvisor.

Ed una volta che le campagne sono state attivate, non devono fare altro che misurare se funzionano e, all’occasione, implementarle diversamente, testando alternative o aumentando e diminuendo il budget dedicato. Queste campagne funzionano praticamente in modo automatico, mentre loro si dedicano ad implementare il proprio marketing, sviluppando nuovi canali, creando degli effetti WOW per i propri clienti o semplicemente facendo altro.

Ma non solo: le campagne sono scritte per convincere il potenziale cliente che il ristorante in questione sia l’alternativa più valida per il loro caso specifico, per risolvere la maggior parte dei dubbi e per incentivarli a compiere un’azione, sia essa quella di prenotare un pranzo oppure effettuare un ordine per l’asporto o per una consegna a domicilio.

Questo senza che debbano muovere un dito. Loro si sono occupati di fare il lavoro iniziale per crearlo, per discutere con i consulenti e con le agenzie che li seguono, e ora si godono i risultati: più clienti, più fedeli, più contenti.

Ecco, consigliamo a te di fare la stessa cosa: creare delle campagne di acquisizione clienti online e non spegnerle mai. Oggi Facebook, Instagram e Google rappresentano dei bacini di clientela vastissimi, che non vedono l’ora di scoprire il loro nuovo locale preferito. 

Ma partiamo dall’inizio.

Cos’è una Campagna di acquisizione clienti per il tuo Ristorante?

Una “campagna” è una pubblicità o una serie di pubblicità con un tema e un obiettivo di fondo. In questo caso l’obiettivo è molto semplice: acquisire nuovi clienti

Quindi fare in modo che tante persone che ancora non ti conoscono, entrino in contatto con te e effettuino il primo acquisto — sia esso venirti a trovare per un pranzo, per una cena oppure un ordine per l’asporto o una consegna a domicilio.

Come anticipato, tutte le campagne sono sempre “sponsorizzate”, quindi a pagamento, perché ti permettono di raggiungere con lo stesso messaggio tante persone diverse e di “convincerle” a darti una possibilità.

Ora, quando si parla di campagne, siano esse online o offline, c’è solo UNA parola magica, e quella parola magica è…

TARGET.

Il target è il bersaglio delle tue pubblicità. Se non esiste un target, non esiste una pubblicità di successo. Se invece esiste, stai pur certo che troverai il modo di fargli acquistare qualcosa.

Il target di questa campagna è molto semplice: è rivolta a tutte quelle persone che ancora non conoscono il tuo locale e che quindi non sanno NULLA di te. Per creare delle campagne di questo tipo, devi farti alcune domande guida:

  • Quali sono le informazioni che puoi fornirgli per fargli capire esattamente la tua Identità Differenziante?
  • Quali sono le immagini, i video e i contenuti che puoi mostrargli per farlo innamorare di te?
  • Quali sono le particolarità che differenziante te dai tuoi concorrenti?
  • Quali sono i tuoi punti di forza e le tue unicità?
  • Quali sono i piatti e le specialità che possono provare solo ed esclusivamente da te?
  • Quali sono le storie, gli aneddoti e i dietro-le-quinte più interessanti che puoi raccontargli?

Una volta che avrai raccolto queste informazioni, potrai dedicarti a sponsorizzarle sui social, targettizzando quelle persone non ancora connesse con la tua attività e che, quindi, potranno diventare tuoi clienti.

Ti faccio un esempio pratico ma inventato, giusto per capirci. Diciamo che ho aperto Osteria Lorenzana, un’osteria emiliana specializzata nei piatti della tradizione emiliana. Potrei scrivere qualcosa del genere:

“Se sei di Reggio Emilia o provincia leggi con attenzione.

Mettiamo le mani avanti: Osteria Lorenzana non potrà mai battere i tortelli di Nonna e Mamma, quelli sono unici e ognuno di noi ha la propria ricetta preferita, ma siamo davvero sicuri di poterli sfidare ad armi pari.

Noi li proponiamo in due versioni: con bietole e spinaci del nostro orto, quando la stagione lo permette, e di ortiche selvatiche. La particolarità, però, è nella pasta, che tiriamo doppia, più spessa, per un morso più croccante e goloso. Li serviamo con una cascata di burro fuso e salvia, sia in infusione nel burro che fritta, perché Osteria Lorenzana è per tutti tranne che per chi è a dieta.

I nostri tortelli sono stati citati dalla Gazzetta di Reggio e dal Corriere, e premiati dal concorso Tortello d’Oro con la medaglia d’argento!

Il giovedì proponiamo anche la formula Tortelli NO-STOP: serviamo 5 tipi di tortelli come se non ci fosse un domani, sarai tu a dire stop, a 25€ a persona. Curioso di provare? Ci trovi in via Lorenzoni, a Reggio Emilia, aperti 7 su 7…”

Ovviamente il tutto accompagnato da una bella foto dei tortelli e magari da un video dove si vede tutto il processo di produzione degli stessi, con le mani delle sfogline che tirano la pasta, che adagiano il ripieno, che chiudono quel ben di Dio tra la sfoglia e poi saltano i tortelli in un mare di burro e salvia profumatissima…

Com’è? Secondo me è un ottimo inizio.

Infatti, in poche parole abbiamo:

  • Raccontato la nostra Identità Differenziante;
  • Narrato la nostra ricetta di punta;
  • Parlato al nostro target, accendendolo tra i tanti;
  • Incuriosito chi legge.

Non ho idea se possa funzionare o meno, ma sicuramente è un inizio. Da qui dovrei testare l’annuncio, capire se ha un riscontro. Se ce l’ha, ottimo, scalo la campagna aumentano il budget. Se non ce l’ha, cambio qualche elemento nel copy e nell’offerta e riprovo, fino a quando non trovo la formula che mi soddisfa e mi permette di acquisire clienti.

Un altro esempio di campagna, reale, di acquisizione clienti. Funziona!

Potrei anche allegarci un’offerta per misurare meglio le conversioni della campagna, ma magari parleremo di questo in un’altra puntata di Radio Ristorazione.

Bene, ora parliamo di budget.

Qui serve fare una doverosa puntualizzazione: Facebook, Instagram e Google non sono gratuiti. Ma sono media a pagamento. E costeranno sempre di più. Solo che molti non lo sanno — e anche per questo non ottengono risultati. Lo diciamo per mettere le mani avanti: se hai intenzione di sfruttare questi mezzi in modo professionale per acquisire nuovi clienti, DEVI investire.

“Quanto” investire in Campagne di Acquisizione clienti per il tuo Ristorante?

La risposta vera è “tutto quello che puoi permetterti”.

Devi immaginarti, quando fai marketing, come alle prese con delle particolari “macchine”, dentro le quali inserisci un euro e loro te ne restituiscono due, tre, cinque, mille.

Ed è chiaro che quando hai a disposizione una macchina del genere non è importante “quanto” stai investendo, ma quanto puoi permetterti di investire, nel modo più veloce possibile, prima che la macchina smetta di funzionare o i rendimenti crollino a picco.

Non stiamo dicendo sia facile ottenere un macchinario del genere, perché è bene sottolineare che NON è affatto facile, ma certamente è possibile. E la nostra esperienza con centinaia di casistiche in tutta Italia ci dimostra, giorno dopo giorno, che è proprio così.

Una cosa importante: devi MISURARE quanto questa campagna sta effettivamente funzionando. E di come si fa, magari, ne parleremo nelle prossime puntate di Radio Ristorazione. Se ti interessa l’argomento, assicurati di farmelo sapere nei commenti su Youtube oppure scrivendoci in email ad assistenza@ristoratoretop.com

Invece voglio concludere parlandoti di cosa serve, prima e dopo, per fare in modo che queste campagne di acquisizione clienti siano veramente efficaci:

PRIMA delle Campagne:

  • Un’Identità Differenziante di ferro: se sei uno tra i tanti, non sai cosa scrivere nelle tue pubblicità, e queste diventeranno inefficaci come una lama spuntata e non affilata;
  • Tante, frequenti e bellissime recensioni su Tripadvisor e Google: puoi dire quello che ti pare, ma se i tuoi potenziali clienti non troveranno riscontro di ciò che dici sul web, nel passaparola e chiedendo ad amici e conoscenti, finirai per fare marketing per la tua concorrenza meglio recensita e con una reputazione migliore;
  • Una Identità Coerente che spacchi. L’Identità Differenziante è ciò che dici tu, l’Identità Coerente è ciò che dicono gli altri di te. Devono combaciare, altrimenti sono dolori…

DOPO le Campagne:

  • Un Sistema di Fidelizzazione Clienti. Non ha senso spendere e spandere in acquisizione clienti se poi non hai un sistema che ti permetta di farli tornare.
  • Un menù ingegnerizzato: non ha senso spendere e spandere in acquisizione clienti se poi non hai un modo per ottenere il massimo dai clienti seduti in sala. Senza un menù ingegnerizzato, godi solo a metà. Se non sai cos’è, parti dal mio libro Brucia il tuo Menù.

E tanti altri elementi, ma non voglio deprimerti troppo. Se vuoi approfondire uno di questi temi, faccelo sapere, siamo sempre aperti a consigli.

Buona acquisizione clienti…

Prima dei saluti, ti ricordo due cose:

  1. Condividi Radio Ristorazione con i tuoi colleghi, collaboratori e con chiunque possa usufruirne. Ti ringrazieranno! Magari non oggi, magari non domani, ma ti ringrazieranno. Questo podcast porta bene.
  2. Se hai voglia di seguirci fuori dal podcast, hai due modi: Cerca su Facebook RistoratoreTop – Il gruppo. Siamo noi. Siamo più di 11mila, non vediamo l’ora di parlare con te, oppure vai sul nostro sito www.ristoratoretop.com

Ci sentiamo nella prossima puntata di Radio Ristorazione. 

Non perderla e continua a seguirci.

Come al solito… 

#daicazzo.

© Lorenzo Ferrari
RISTORATORETOP®

Iscriviti ora!

Compila il form con i dati richiesti

Iscriviti ora!

Compila il form con i dati richiesti