Ebbene sì, caro amico Ristoratore: una nuova forma di cameriere high-tech è nata!

Instancabile. Ligio al lavoro. Affidabilissimo. E non vuole ferie, malattia, contributi. Non vuole nemmeno lo stipendio!

In cambio promette aumenti di fatturato, marginalità alle stelle e contenimento dei costi. GARANTITO.

Ma firmerà il contratto ad una sola condizione: NON vuole toccare nemmeno un piatto durante il servizio!

Le associazioni di categoria, i sindacati e i ristoratori di tutta Italia sono in subbuglio: com’è possibile che esista davvero?

12304510_912573308839427_397608749080019818_o

Probabilmente sarai confuso. Facciamo un passo indietro ok?

Così ti spiego tutto.

Partiamo da una domanda:

«A cosa serve VERAMENTE un cameriere?»

Ad accogliere i clienti? Sì.
A prendere le comande? Certo.
A servire e riverire i tuoi ospiti? Affermativo.

Tutto vero e sacrosanto.

Ma dal mio punto di vista — mi perdonerai la venalità — il cameriere serve prima di ogni altra cosa a RISOLVERE PROBLEMI.

Altrimenti è un costo. Anzi, IL costo. Più alto dei food cost, degli affitti, delle utenze e (quasi) delle tasse!

E di costi ne hai già abbastanza, giusto?

Ma anche se non ne avessi abbastanza, pare scontato che NON puoi permetterti di stipendiare una persona il cui lavoro non risolve problemi tangibili.

E, aldilà degli aspetti più scontati legati all’aiutarti nella routine lavorativa, c’è un problema in particolare che i tuoi ragazzi di sala possono risolvere: quello di farti guadagnare di più, VENDENDO qualcosa ai tuoi ospiti che senza di loro non avrebbero ordinato.

Come?

Beh i modi sono tanti. Ti dico solamente i primi che mi vengono in mente:

  • Aumentando la spesa media dei tuoi clienti;
  • Indirizzando la scelta dei tuoi ospiti verso il piatto che vuoi spingere maggiormente.
  • Abbinando quel fantastico calice di Barolo alla costata.
  • E così via.

Il punto è questo: il cameriere deve farti guadagnare di più di quanto non guadagneresti senza la sua presenza. Altrimenti, come ti dicevo poco fa, è un costo e basta.

nastro trasportatore sushiE se ti serve semplicemente un tizio che porta i piatti dal punto A al punto B puoi tranquillamente installare un nastro trasportatore.

Pensaci: nel lungo periodo ti farebbe risparmiare, ti eviteresti un sacco di problemi e non avresti a che fare con una persona con tutte le complicazioni del caso (ferie, malattie, lamentele, litigi, ecc.)

Dovresti solamente oliare un po’ gli ingranaggi per evitare il gniiik gniiik.

Quasi quasi…

…Ma metti giù quel listino di nastri trasportatori e macchine movimento-terra, non divaghiamo!

Stabilito questo, cioè che il cameriere deve GIUSTIFICARE il suo stipendio con atti misurabili e tangibili, la realtà ci riporta con i piedi per terra.

Infatti teoria e pratica non combaciano.

Teoricamente il personale di sala dovrebbe farti guadagnare di più, praticamente non lo fa.

Le ragioni dietro al perchè non lo faccia sono molteplici:

  • Nonostante tu abbia passato secoli a formarli poi loro fanno comunque il caz che vogliono;
  • Non hanno voglia o non sono capaci;
  • Lo fanno per un paio di giorni e poi tornano a fare il caz che vogliono;
  • Non gli hai mai spiegato PER BENE cosa dire e cosa fare;
  • Ecc. ecc.

Insomma, è un casino fare in modo che questi camerieri facciano DAVVERO e in maniera continuativa i camerieri.

Fino ad oggi almeno!

Infatti ho una buona notizia!

E cioè che la nuova forma di cameriere high-tech è nata per davvero.

Ed è davvero instancabile, ligia al lavoro e affidabilissima.

E non vuole veramente ferie, malattie, indennità e nemmeno lo stipendio.

E sì, ti promette aumenti di fatturato, marginalità alle stelle e contenimento dei costi. Garantito.

Ma questo cameriere high-tech NON è un cameriere!

!!!

Questo cameriere high-tech è un menù ingegnerizzato secondo il Sistema MenuEngine!

Esatto, il primo Menù ingegnerizzato realizzato in Italia che ha dimostrato di funzionare (a fatti, non a parole)

Cioè un concentrato di vendita professionale applicato ad un foglio di carta.

Funziona in maniera molto semplice: prendiamo ciò che dovrebbero fare i tuoi camerieri, e lo mettiamo in forma scritta sul menù. In questo modo tu hai un cameriere in più, che paghi una volta sola, e che si ripaga da solo in tempi brevissimi.

Non solo.

Hai su ogni tavolo del tuo ristorante uno strumento totalmente AUTOMATICO, instancabile, infaticabile, ligio al lavoro, che non chiede stipendi, ferie, contributi, che non arriva in ritardo e non pretende di finire prima, non soggetto a malattie, gravidanze e giorni “no”, e che comunque lavora al tuo fianco dando il 100% sempre, perseguendo i tuoi stessi obiettivi, parlando la tua lingua, ventiquattrore ore su ventiquattro, sette giorni su sette, 365 giorni l’anno, senza lamentele, litigi e musi lunghi;

Uno strumento che facilita il lavoro della tua cucina e della tua sala, che si troveranno a gestire meno ordini e meno variazioni, che quindi potranno rendere di più e dedicarsi a quello a cui dovrebbero dedicarsi sempre: far vivere la vera esperienza che hai scelto per i tuoi ospiti ai tuoi ospiti.

E tutto questo non dovrebbe sembrarti affatto TROPPO BELLO o troppo strano, in quanto OGNI SINGOLA VENDITA che effettui nel tuo locale è direttamente o indirettamente addebitabile allo strumento di vendita più importante che hai a disposizione: il tuo menù.

Quindi ottimizzare il tuo menù significa ottimizzare la tua azienda.

Oggi hai la possibilità di farlo, e di affidarti a noi, che lo facciamo di mestiere con tutta la passione e la buona volontà che mi compete.

Come? E’ semplice.

Vai su questa pagina e chiedi un appuntamento non vincolante con il nostro direttore commerciale. Saremo felici di spiegarti come MenuEngine può aiutarti a raggiungere tutti gli obiettivi che ti abbiamo mostrato poco più sopra.

Ti aspettiamo.

Stay High Tech

L

P.S.

Però… c’è un problema.

Che questo menù-cameriere non ha nè gambe nè braccia, e pertanto… non porta piatti.

A quello dovrai abituartici 😉